Dipendenze

Dipendenze

La dipendenza è un’alterazione del comportamento, che da semplice e comune abitudine diventa una ricerca esagerata e patologica del piacere, attraverso mezzi, sostanze o comportamenti che sfociano nella condizione patologica. La persona dipendente perde man mano ogni possibilità di controllo sull’abitudine.

Caratteristiche della dipendenza patologica

Per essere considerata patologica una dipendenza – da sostanza o comportamentale – deve però essere accompagnata da una serie di caratteristiche, quali:

  • la compulsività, ossia l’incapacità di resistere alla tentazione di assumere una determinata sostanza o di mettere in atto un determinato comportamento;
  • il craving, ossia la sensazione di intenso desiderio che precede l’assunzione o il comportamento;
  • il piacere o il sollievo che si sperimentano durante l’assunzione o il comportamento;
  • la sensazione di non avere il controllo di ciò che si sta facendo;
  • il persistere nell’assunzione o nel comportamento nonostante la persona sia consapevole delle conseguenze negative che ciò implica.

La dipendenza patologica è talvolta evidente, come quando riguarda l’uso di sostanze (alcol, droghe, farmaci) che possono essere pericolose per la salute e l’equilibrio mentale della persona. Altre volte invece la dipendenza patologica riguarda comportamenti accettati, o addirittura incoraggiati socialmente, come è il caso del lavoro, l’uso del computer o lo sport, e in questi casi diventa più difficile rendersi conto di essere di fronte ad un problema. Tutte le dipendenze patologiche – da sostanze o comportamentali – presentano alcuni sintomi tipici:

  • Tolleranza – bisogno di aumentare la quantità della sostanza o la frequenza o l’intensità del comportamento compulsivo;
  • Astinenza – quando la persona non assume la sostanza o non mette in atto il comportamento compulsivo, sperimenta sintomi spiacevoli fisici e psichici, che spesso sono l’opposto del piacere/sollievo sperimentati durante il comportamento dipendente;
  • Mancanza di controllo – difficoltà a smettere o a ridurre il comportamento dipendente;
  • Ossessione – la persona è focalizzata costantemente sulla dipendenza. Ci pensa in continuazione;
  • Perdita di tempo – la persona spreca molto tempo a pianificare e a mettere in atto la dipendenza, oltre a riprendersi dagli effetti negativi.

Quali sono le più comuni dipendenze?

A seconda dell’oggetto della dipendenza, se ne possono distinguere diversi tipi:

alcolismo;

dipendenza da farmaci o sostanze;

dipendenza dal gioco;

dipendenza dal sesso;

nuove dipendenze (new addictions), comprendono tutte quelle nuove forme di dipendenza in cui non è implicato l’uso di alcuna sostanza chimica. L’oggetto della dipendenza è un comportamento o un’attività lecita o socialmente accettata come lavorare, fare acquisti, navigare su internet, giocare ecc.

 

Per avere maggiori informazioni e richiedere un primo incontro conoscitivo gratuito:

  • compila il form di contatto 
  • chiama il numero 389 24 42 195
  • scrivi un’email a maria_leardi@yahoo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *